Insurtech Ecosystems

Con questo corso puoi ottenere il certificato
TEA Insurtech Ecosystems

Il corso è gratuito, la certificazione ha un costo di 15,00 €

In base ad una recente ricerca di McKinsey, entro il 2025 il 30% delle revenues globali saranno generate da prodotti e servizi venduti all’interno di ecosistemi digitali. Sette tra le dieci più grandi aziende mondiali sono player ecosistemici: aziende come Amazon, Microsoft, Alphabet, Tencent hanno scommesso sulla possibilità di diventare leader di mercato adottando un approccio ecosistemico, che consente loro di operare in diversi settori industriali senza possedere fattori produttivi specifici ma agendo come orchestratori di ecosistemi. E stanno vincendo la scommessa.
In questo corso, 8 esperti vi guideranno alla scoperta degli ecosistemi e piattaforme digitali, e vi aiuteranno a capire le opportunità e le sfide del modello ecosistemico per il settore assicurativo.

insurtech

Se vuoi seguire i corsi devi effettuare l’accesso

1

Introduzione: perché parliamo di ecosistemi assicurativi

2

L'importanza degli ecosistemi insurtech

3

Ecosistemi Insurtech

4

L’economia di piattaforma e l’assicurazione integrata

5

API: le chiavi dell’Open Insurance

6

Che cos'è un ecosistema insurtech?

7

Strategic reinvention of business models in financial services

8

B2B2C Insurance

9

Pattern MVC e architettura a microservizi

10

Wrap-up, cosa abbiamo imparato e uno sguardo al futuro

I docenti TEA

Conosci gli autori del corso

Insurance open innovation consultant, Partner IIA

Yuri Poletto

Group Head of Business Development & Partnerships - Assicurazioni Generali

Stefano Bison

Country Manager Italia e Spagna a Wakam

Francesco Dal Piaz

Account Executive - Axway Italy

Cristian Fompowou

Chief Innovation Officer & Growth Drivers Leader - EY

Carlo Alberto Minasi

Co-founder - Axieme

Edoardo Monaco

Co-founder & CTO - Axieme Group

Marco Pollara

Global Research Leader, Banking and Financial Markets | IBM Institute for Business Value

Paolo Sironi

Co-founder & head of growth di fintastico.com

Fabrizio Villani